Logo ecsa group 300x

Cos’è la muffa e perché si forma?

La muffa è causata da alghe e funghi, che sono dovunque

In natura le alghe, i funghi e i licheni sono praticamente presenti ovunque. Si insediano principalmente su superfici in ombra e maggiormente esposte ad umidità o agli agenti atmosferici, in quanto come tutti gli esseri vegetali si nutrono di acqua e proliferano in habitat umidi.

Alghe, funghi, licheni e muschi possono attecchire sulle facciate esterne (soprattutto esposte a nord o nord-ovest) ma anche sulle pareti interne delle nostre case e, contrariamente ai funghi, le alghe possono assorbire anidride carbonica e sintetizzare sostanze nutritive mediante la luce solare (processo definito fotosintesi). In più, l’impiego sempre più consistente di sistemi di isolazione termica fa sì che l’umidità delle facciate rimanga a lungo in parete dando maggiore sostentamento alle spore infestanti.

Che cosa sono le alghe

Le alghe sono piante semplici suddivise in varie specie, molte delle quali vivono nell’acqua marina o nell’acqua dolce, altre vivono in aria e in terra, altre ancora proliferano sul ghiaccio e sulla neve, mentre alcune sono perfino in grado di sopravvivere a una temperatura di 85°C nelle fonti termali.

Le alghe si diffondono molto spesso grazie al vento e quelle che attaccano di più le facciate degli edifici sono le cosiddette alghe d’aria (in particolare la clorela e la trentepholia), dal tipico colore verdastro.

Tali alghe non distruggono il supporto perché non ne traggono alcun nutrimento: rappresentano soprattutto un problema estetico.

Che cosa sono i funghi

I funghi sono vegetali semplici, in grado, contrariamente alle alghe, di fare a meno della luce. Se ne contano molte specie diverse e come le alghe anche le spore dei funghi possono essere trasportate dal vento. I funghi necessitano della presenza di umidità e di carbonio. Su supporti minerali i funghi sono in grado di crescere solo se vi si trovano anche delle sostanze nutritive, per es. alghe morte.

Sulle facciate e negli interni possono proliferare le seguenti specie di funghi:

Queste specie fanno parte della famiglia delle muffe e proliferano preferibilmente nelle zone umide delle facciate. Possono danneggiare il supporto poiché necessitano di sostanze nutritive organiche: non distruggono il supporto mediante azione diretta ma facilitano l’infiltrazione di acqua in parete a causa della penetrazione dei loro miceli (radici) nella superficie. Si diffondono attraverso le spore.

 

Cause per la proliferazione di alghe, funghi e licheni

Umidità, temperatura e pH

L'infestazione delle facciate con alghe e funghi indica sempre che i supporti presentano un’umidità troppo elevata e che quindi rimangono frequentemente umidi o si asciugano solo lentamente.

Anche la temperatura della superficie delle facciate (sono sufficienti sbalzi termici ridotti) influenza in maniera determinante la crescita e il tipo di microrganismi che si insediano su di essa, così come il valore del pH: se in un ambiente altamente alcalino, infatti, i microrganismi non sono in grado di sopravvivere, in un ambiente basico essi prosperano.

Fattori ambientali favorevoli

L’ambiente circostante e la posizione dell’edificio e la sua struttura sono fattori estremamente importanti per la diffusione o meno di microorganismi.

Vicino all’acqua, ad aree coltivate, ad alberi e arbusti, in zone ombrose o nebbiose si crea un ambiente favorevole alla proliferazione di alghe e funghi.

Anche la vicinanza dell’edificio ad altri edifici già infestati è fonte di infestazione attraverso il trasporto delle spore mediante correnti d’aria.

Dal punto di vista strutturale, l’assenza di un tetto sporgente (con la conseguenza di non proteggere dalle piogge le facciate), di un drenaggio insufficiente delle acque (mancanza di canalette di scolo), di punti di raccordo non sufficientemente ermetici (davanzali) sono fattori determinanti che favoriscono la formazione di alghe e funghi.

La proliferazione di funghi all’interno e all’esterno degli edifici è anche diretta conseguenza del diffondersi delle facciate termoisolate, in quanto queste non permettono più alla condensa in facciata di essere assorbita dal muro (rimanendo in parete, crea quel substrato umido ideale per i microorganismi) e allo stesso tempo non permettono al vapore acqueo interno di fuoriuscire attraverso le pareti, rimando così sul muro e alimentando le spore. Le facciate esposte a nord e a nordovest, soprattutto, spesso si asciugano solo molto lentamente e rimangono umide per giorni.

 

Il trattamento in esterno

All’esterno, l’infestazione da muffe e alghe è un fenomeno fastidioso, a volte dannoso, ma assolutamente risolvibile. ECSA Maintenance vanta una competenza specifica pluriennale e ha in assortimento i migliori prodotti per eliminare il problema.

Per poter offrire il miglior supporto tecnico possibile, è però indispensabile procedere ad un sopralluogo in loco da parte dei nostri consulenti, senza impegno e senza spese.

Contattaci >> 

Leggi anche:

 

Come eliminare la muffa dai muri interni? 

 

ECSA Chemicals AG
Burgauerstrasse 17
CH-9230 Flawil (Switzerland)

Via Luigi Favre 16
CH-6828 Balerna (Switzerland) 

T. +41582119100
F. +41582119101

CHE-143.818.564

ECSA Maintenance AG
Burgauerstrasse 17 
CH-9230 Flawil (Switzerland)

Via Luigi Favre 16 
CH-6828 Balerna (Switzerland)

T. +41582119300
F. +41582119301

CHE-143.818.564

ECSA Energy SA
Via Luigi Favre 16 
CH-6828 Balerna (Switzerland)

T. +41582119500
F. +41582119501

CHE-143.818.564

ECSA ITALIA Srl Società
con Unico Socio
Via Lavoratori Autobianchi 1 
I-20832 Desio (MB)
(Stabile n. 15 - Polo Tecnologico della Brianza)

T. +39 0362 625 421
F. +39 0362 304 361

P.IVA IT00222470130

Codice destinatario: C1QQYZR

Porta Ticino Easy Stop SA
Via San Giorgio 37
CH-6877 Coldrerio

T. +41582119910
F. +41582119911

CHE-477.597.888

Stalvedro Easy Stop SA
Stalvedro 4, CH-6780 Airolo

T. +41582119950

CHE-315.206.664

Questo sito utilizza cookies propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la Cookie Policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all’uso dei cookies. Informazioni