Logo ecsa maintenance 300x

Umidità di risalita: 5 step per eliminarla definitivamente

Le principali cause di degrado dei materiali di costruzione

La penetrazione dell’acqua all’interno delle opere murarie rappresenta per l’edilizia una delle cause principali di ammaloramento e tra i fattori più difficili da eliminare. L’azione degradante dell’acqua può verificarsi già in fase di costruzione, a causa dell’eccessiva esposizione dei materiali agli agenti atmosferici o per problemi legati alle lavorazioni; in seguito, sono fenomeni di origine esterna come capillarità e risalita dell’acqua dal terreno, condensazione, infiltrazioni dai tetti, rottura di tubature a provocare i danni maggiori. L’acqua infiltrata, infatti, agisce in modo meccanico erodendo le superfici con le quali viene a contatto, e in modo fisico, con variazioni del proprio volume nei periodi di gelo/disgelo, fino a portare alla disgregazione dell’intonaco e alla perdita della proprietà isolante nei materiali. Inoltre, la sua capacità di sciogliere e rilasciare i sali favorisce lo sviluppo di microrganismi e muffe.

I sali

Nei vecchi edifici la causa più frequente del degrado delle murature e degli intonaci è la risalita capillare. Risalendo attraverso i capillari della muratura, l’acqua porta con sé i sali sciolti nel terreno, normalmente cloruri, nitrati e solfati, che al momento dell’evaporazione vengono depositati sulla superficie dell’intonaco sotto forma di cristalli.

A causa della loro elevata igroscopicità, cloruri e nitrati nelle giornate umide assorbono l’acqua trattenendola all’interno della muratura, con diminuzione della coibentazione ed effetti distruttivi nei cicli gelo/disgelo. I solfati, invece, con altri componenti presenti nell’intonaco forma-no sali espansivi con cospicuo aumento di volume.

L’intonaco prima e la crosta della muratura poi, continuamente sottoposti a questa azione logorante, finiscono per sgretolarsi velocemente.

 

L'umidità di risalita: come si manifesta

L’umidità di risalita è originata dall’acqua superficiale del terreno o profonda della falda freatica. Si manifesta nella fascia bassa del muro, inumidisce tutta la muratura fino a un’altezza di 3-4 metri.Il fenomeno è poco influenzato dalla stagione e dalle condizioni atmosferiche. Mentre nei vasi comunicanti il livello è determinato dalla gravità, nei capillari l’acqua sale in funzione alla sezione degli stessi. Secondo la legge di Jurin essa varia in relazione alla temperatura, alla pressione e alla concentrazione salina.


Il risanamento della muratura umida

Come risanare murature umide causa risalita capillare

Il ciclo di risanamento PAULINRIXANA

  1. Demolire completamente l’intonaco fino al vivo del mattone per un’altezza pari a tre volte lo spessore del muro al di sopra del livello di risalita massima dell’umidità, avendo cura di rimuovere tutte le parti friabili o incoerenti. Lavare accuratamente la muratura e chiudere le grosse sbrecciature con malta utilizzando se necessario scaglie di mattone.
     
  2. Su muratura ancora umida applicare a cazzuola PAULINSANA RINZAFFO F750 fondo antisale di aggancio per intonaci deumidificanti nello spessore di 5/7 mm fino a copertura totale della muratura.
     
  3. Entro 24 ore applicare PAULINSANA INTO K670, intonaco macroporoso, deumidificante, che accelera l’evaporazione dell’umidità di risalita, per uno spessore minimo di due centimetri, con un consumo di circa 11/12 Kg/m2 per cm di spessore a partire da 10-15 cm dal livello del pavimento.
    Eseguire la zoccolatura microporosa di 10-15 cm a partire dal pavimento, dello spessore complessivo dell’intonaco, con PAULINSANA RINZAFFO F750.
     
  4. Rasatura finale con rasante minerale a basso modulo elastico, altamente traspirante, PAULINSANA RAS R550, rifinito a civile con frattazzo di spugna.
     
  5. Come finitura decorativa si consiglia l’uso di prodotti altamente traspiranti come la pittura diffusiva, silossanica, SANOFINISH, oppure tutti i prodotti silossanici della Linea SILOX o a base di silicati di potassio della Linea SILK, previa applicazione di fondo di collegamento uniformante SILK PF523. Per finiture in interno possono essere utilizzati i prodotti altamente traspiranti (pitture o rustici) a base calce della Linea MARMOLADA.

 

Images credits Paulin SA


I prodotti Paulin sono disponibili  in tutti  i nostri Shop ECSApro

CONTATTACI!

 

Leggi anche:

Il degrado delle facciate: come intevenire

ECSA Chemicals AG
Burgauerstrasse 17
CH-9230 Flawil (Switzerland)

Via Luigi Favre 16
CH-6828 Balerna (Switzerland) 

T. +41582119100
F. +41582119101

CHE-143.818.564

ECSA Maintenance AG
Burgauerstrasse 17 
CH-9230 Flawil (Switzerland)

Via Luigi Favre 16 
CH-6828 Balerna (Switzerland)

T. +41582119300
F. +41582119301

CHE-143.818.564

ECSA Energy SA
Via Luigi Favre 16 
CH-6828 Balerna (Switzerland)

T. +41582119500
F. +41582119501

CHE-143.818.564

ECSA ITALIA Srl Società
con Unico Socio
Via Lavoratori Autobianchi 1 
I-20832 Desio (MB)
(Stabile n. 15 - Polo Tecnologico della Brianza)

T. +39 0362 625 421
F. +39 0362 304 361

P.IVA IT00222470130

Codice destinatario: C1QQYZR

Porta Ticino Easy Stop SA
Via San Giorgio 37
CH-6877 Coldrerio

T. +41582119910
F. +41582119911

CHE-477.597.888

Stalvedro Easy Stop SA
Stalvedro 4, CH-6780 Airolo

T. +41582119950

CHE-315.206.664

Questo sito utilizza cookies propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la Cookie Policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all’uso dei cookies. Informazioni